Church of S. Martino - Malvaglia (rear)
del
mail
loading...
Loading ...

Panoramabillede af Aurelio Ferrari EXPERT Taget 16:15, 08/12/2011 - Views loading...

Advertisement

Church of S. Martino - Malvaglia (rear)

The World > Europe > Switzerland

Tags: church

  • Like / unlike
  • thumbs up
  • thumbs down

Chiesa parrocchiale di S. Martino.

Attestata nel1207 con il titolo di S. Benedetto e dal 1289 con il patrocinio attuale.

Edificio a navata unica con coro poligonale e campanile romanico fra i più alti del Ticino, XlI sec., incorporato nell'angolo N-0 della navata.

Le indagini archeologiche del 1913-14 portarono alla luce la struttura romanica a doppia navata orientata conclusa da due absidi accostate.

Prolungamento verso O in seguito alla frana del 1513; nuova consacrazione nel 1525. Sopraelevazione della navata, costruzione delle due cappelle laterali e del coro nel 1602-03. Restauri 1930-1932, 1988-91 e 1996-97.

Sulla parete O del campanile: tracce di un dipinto murale di S. Cristoforo, XII-XIII sec.

Facciata principale della chiesa decorata con affreschi, secondo decennio e metà XVI sec. ca., raffiguranti un S. Cristoforo gigantesco affiancato da un altro S. Cristoforo molto più piccolo, la Madonna in trono fra i SS. Rocco e Sebastiano, un'altra Madonna fra i SS. Francesco d'Assisi e Bernardino da Siena; i SS. Barbara, Martino e Gerolamo.

Navata coperta da un soffitto a cassettoni moderno, coro voltato a botte e a vele lunettate.

All'interno si conservano altri importanti dipinti murali: sulla parete rientrante del campanile, S. Martino a cavallo e S. Bernardino da Siena con committente, XVI sec.; sulla parete sin. della navata, scene della vita di Cristo, in parte frammentarie, attr. a Antonio da Tradate, inizio XVI sec.; sulla parete des. : affresco parzialmente conservato di una grande Ultima Cena dipinta nel 1485 dal pittore Cristoforo e da suo figlio, prob. membri della bottega dei Seregnesi.

Seguono a des. e a lato della nicchia battesimale: S. Stefano, la Madonna in trono, S. Biagio, XV-XVI sec., e una Madonna col Bambino, più tardiva.

L'arco trionfale e il coro sono ornati di stucchi e affreschi di Bernardino Serodine, 1650; sui piedritti, i SS. Pietro e Paolo; nei pennacchi, S. Ambrogio nella battaglia di Parabiago e S. Martino a cavallo; sui pilastri, i padri della Chiesa; nell'intradosso, gli evangelisti; nei grandi riquadri della volta, Adorazione dei Magi e dei pastori, angeli musicanti; nei cartigli delle vele, Trasfigurazione di Cristo; nelle lunette: Madonna della Misericordia e S. Martino che accoglie i fedeli sotto il manto; sulle pareti: Pasqua ebraica, Ultima Cena, Offerta a Melchisedec e rappresentazione dei Sacramenti. Nuovo arredo liturgico.

Sulla trave dell'arco trionfale: crocefisso ligneo, prima metà XVII sec. A sin. dell'arco: nicchia con cornice in legno intagliato contente una statua di S. Antonio da Padova, XVIII sec.

Cappelle laterali delimitate da cancelli in ferro battuto, XVII sec., e arricchite di decorazioni e ancone d'altare in stucco, prima metà XVII sec.

Nella cappella della Passione: dipinto murale della Crocifissione attr. a Tommaso Calgari, seconda metà XIX sec.; sulla volta, affresco con putto e strumenti della Passione; due angeli in legno dorato e dipinto provenienti dall'antico altare maggiore ora conservato nella chiesa parrocchiale di Dongio.

Nella cappella della Madonna: affreschi dei Misteri del Rosario; statua lignea della Madonna col Bambino, 1600 ca.

Pulpito ligneo con colonne ritorte e statuette, seconda metà XVII sec. Nella cappella battesimale: frammenti d'affreschi, XVII sec., fonte datato 1586 con sovrastruttura lignea del XVII sec. Tribuna lignea dipinta con motivi ornamentali rustici dal grigionese Johann Jakob Riegg, 1727.

Tele raffiguranti la Deposizione, XVII-XVIII sec. a des. del coro, e la Madonna del Carmine con anime purganti, XVIII sec. sulla tribuna.

(fonte: autori diversi (2008, seconda edizione): Guida d'arte della Svizzera italiana, a cura della Società di storia dell'arte in Svizzera (SSAS), pp. 83-84, Edizioni Casagrande, 604 pagine)

comments powered by Disqus

Billeder tæt på Switzerland

map

A: Church of S. Martino - Malvaglia

Af Aurelio Ferrari, 20 meter væk

Chiesa parrocchiale di S. Martino.Attestata nel1207 con il titolo di S. Benedetto e dal 1289 con il p...

Church of S. Martino - Malvaglia

B: Church of Campaccio - Malvaglia

Af Aurelio Ferrari, 480 meter væk

Oratorio della Natività della Madonna.Aula con coro poligonale e piccolo campanile sul fianco sin., e...

Church of Campaccio - Malvaglia

C: Church of S. Maria Assunta - Semione

Af Aurelio Ferrari, 1.0 km væk

Edificio a navata unica con due cappelle laterali e coro poligonale all'esterno, internamente arroton...

Church of S. Maria Assunta - Semione

D: Church of S. Carlo

Af Aurelio Ferrari, 1.1 km væk

Piccolo edificio costruito nel 1606, quattro anni prima della canonizzazione del cardinale milanese.C...

Church of S. Carlo

E: Church of S.Maria del Castello

Af Aurelio Ferrari, 1.3 km væk

Citata nel 1329. Edificio orientato a pianta allungata con coro quadrangolare aggiunto nella seconda ...

Church of S.Maria del Castello

F: Oratory of S.Giuliano Moncrech Val Malvaglia

Af Aurelio Ferrari, 1.3 km væk

Muncréch (1156 m s.l.m.), italianizzato Montegreco, non è mai stato considerato una vera e propria vi...

Oratory of S.Giuliano Moncrech Val Malvaglia

G: Castle of Serravalle - Semione

Af Aurelio Ferrari, 1.3 km væk

Il castello di Serravalle presso Semione è una delle rocche più importanti di tutto il Sopraceneri.Ri...

Castle of Serravalle - Semione

H: Castle of Serravalle - 3

Af Aurelio Ferrari, 1.3 km væk

Il castello di Serravalle presso Semione è una delle rocche più importanti di tutto il Sopraceneri.Ri...

Castle of Serravalle - 3

I: Castle of Serravalle - 2

Af Aurelio Ferrari, 1.3 km væk

Il castello di Serravalle presso Semione è una delle rocche più importanti di tutto il Sopraceneri.Ri...

Castle of Serravalle - 2

J: View from Muncréch - Val Malvaglia

Af Aurelio Ferrari, 1.4 km væk

Muncréch (1156 m s.l.m.), italianizzato Montegreco, non è mai stato considerato una vera e propria vi...

View from Muncréch - Val Malvaglia

Dette panorama blev taget i Switzerland, Europe

Dette er et overblik over Europe

Europe is generally agreed to be the birthplace of western culture, including such legendary innovations as the democratic nation-state, football and tomato sauce.

The word Europe comes from the Greek goddess Europa, who was kidnapped by Zeus and plunked down on the island of Crete. Europa gradually changed from referring to mainland Greece until it extended finally to include Norway and Russia.

Don't be confused that Europe is called a continent without looking like an island, the way the other continents do. It's okay. The Ural mountains have steadily been there to divide Europe from Asia for the last 250 million years. Russia technically inhabits "Eurasia".

Europe is presently uniting into one political and economic zone with a common currency called the Euro. The European Union originated in 1993 and is now composed of 27 member states. Its headquarters is in Brussels, Belgium.

Do not confuse the EU with the Council of Europe, which has 47 member states and dates to 1949. These two bodies share the same flag, national anthem, and mission of integrating Europe. The headquarters of the Council are located in Strasbourg, France, and it is most famous for its European Court of Human Rights.

In spite of these two bodies, there is still no single Constitution or set of laws applying to all the countries of Europe. Debate rages over the role of the EU in regards to national sovereignty. As of January 2009, the Lisbon Treaty is the closest thing to a European Constitution, yet it has not been approved by all the EU states. 

Text by Steve Smith.

Del dette panorama