N
N
Projections and Nav Modes
  • Normal View
  • Fisheye View
  • Architectural View
  • Stereographic View
  • Little Planet View
  • Panini View
Click and Drag / QTVR mode
Share this panorama
(This panorama is not available for embedding)
For Non-Commercial Use Only
This panorama can be embedded into a non-commercial site at no charge. Read more
Do you agree to the Terms & Conditions?
For commercial use, contact us
Embed this Panorama
WidthHeight
For Non-Commercial Use Only
For commercial use, contact us
License this Panorama

Enhances advertising, editorial, film, video, TV, Websites, and mobile experiences.

This panorama is not currently enabled for commercial licensing. Click here to ask us to help you find a replacement. If this is your panorama, Click here This panorama is not currently enabled for commercial licensing.

LICENSE MODAL

1 Like

Acquedotto Colognole
Tuscany
L'Acquedotto Leopoldino, meglio noto col nome di Acquedotto di Colognole, è stato il principale rifornimento idrico della città di Livorno dal 1816 al 1912 (anno in cui è entrato in funzione il più importante Acquedotto di Filettole), ed è stato realizzat L'aumento della popolazione di Livorno, nel corso del Settecento, rese necessario un nuovo acquedotto, in sostituzione di quello costruito da Giovanni del Fantasia sotto il governo di Ferdinando I de' Medici. Il Granduca Pietro Leopoldo di Lorena commissionò il lavoro a Francesco Bombicci, che presentò un progetto molto ambizioso, ma anche molto costoso. Fu così che nel 1792 il nuovo Granduca Ferdinando III incaricò dell'opera il fiorentino Giuseppe Salvetti. Questi propose una soluzione meno onerosa, che prevedeva un tracciato, attraverso le colline, dalle sorgenti di Colognole a Livorno. I lavori subirono una battuta di arresto, prima per l'occupazione francese (1799) e poi per la morte dello stesso Salvetti (1801). Nel 1806 la regina d'Etruria Maria Luisa approvò il progetto dell'architetto Calocchieri che mirava a concludere l'opera nella forma più conveniente. Fu così riaperto il cantiere sotto la direzione di Ranieri Zocchi, allievo di Salvetti. Nel 1809 la direzione passò a Pasquale Poccianti, che fece arrivare l'acqua a Livorno il 30 maggio 1816 (da allora, fino al 1912, l'acquedotto è stato il principale mezzo di rifornimento idrico della città). Poccianti garantì inoltre la manutenzione con una serie di opere, fra le quali sono da segnalare le tre grandi cisterne (Cisternino di Pian di Rota, Cisternone e Cisternino di città) che dovevano purificare l'acqua lungo il percorso, garantendone un'adeguata distribuzione. Nel 1858, anno della morte di Poccianti, subentrò il suo allievo Angiolo della Valle con il quale, poco dopo l'unità d'Italia, la grande opera fu portata a compimento. Oggi è possibile seguire il suggestivo percorso dell'imponente acquedotto, di circa diciotto chilometri, nei boschi delle colline livornesi, dove si incontrano quindici serie di arcate, piccole edicole di forma poligonale per la purificazione delle acque, gallerie e cisterne. http://www.turismo.intoscana.it/intoscana2/export/TurismoRT/sito-TurismoRT/Contenuti/Elementi-interesse/Architetture-palazzi-e-ville/visualizza_asset.html_501836073.html
Copyright: Stefano Gelli
Type: Spherical
Resolution: 9256x4628
Taken: 20/11/2011
Uploaded: 24/11/2011
Updated: 25/03/2015
Views:

...


Tags: acquedotto; colognole; livorno; toscana; italia; bosco; acqua
comments powered by Disqus
More About Tuscany

The Tuscany, one of the most beautiful Italian regions, is known throughout the world for its Landscapes and for the Works of Art that it houses (It is the birthplace of the Italian Renaissance). Six localities have been designated World Heritage Sites: the Historical Center of Florence, Siena, San Gimignano and Pienza, the Square of the Cathedral of Pisa with the Leaning Tower and the Val d'Orcia. It is in the central Italy and borders with Emilia Romagna (north), Marche and Umbria (east) and Lazio (South). The West coast is bathed from the Ligurian and Tyrrhenian Sea; here we can find the islands of the Tuscan archipelago including the island of Elba. The regional capital is Florence and the other provinces are: Arezzo, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa, Pisa, Pistoia, Prato and Siena.