0 Likes

Parish church of S. Abbondio
Switzerland

In posizione panoramica sulla collina. Documentata dal 1423.

Le indagini archeologiche condotte nel 1990 hanno rilevato le tracce di un insediamento tardo romanico del IV-V sec.,di un primo edificio ligneo del VI sec., di una chiesa in muratura altomedievale del VII sec. e di una chiesa romanica con aula rettangolare e abside semicircolare del XII sec.

La costruzione attuale orientata a navata unica è il risultato di un ampliamento del 1590-1640.

Restauro e ristrutturazione 1990-96 (Gianpiero e Michela Mina).

Campanile di gusto medievale, ornato da specchiature coronate da archetti, con bifore negli ultimi piani e tetto a piramide, 1602-11.

Sul fianco E del campanile si appoggia un portico a due campate, 1613 ca.

Sulla navata, scandita da tre archi trasversali, orditura lignea del tetto a vista; sulla campata affiancata delle cappelle e sul coro volte a crociera.

Mentre la navata è ritmata da una semplice articolazione classicheggiante di pilastri corinzi e cornicione, la parte orientale della chiesa è decorata da stucchi del 1640 ca.: sulle volte, costoloni ornati di cherubini; sull’arco trionfale, nicchie contenenti le statue dei SS. Mamete e Abbondio; sulla chiave d’arco, due angeli reggenti un cartiglio.

Gli affreschi del coro, eseguiti da Salvatore Pozzi, raffigurano angeli musicanti, l’Adorazione dei Magi e la Fuga in Egitto, 1657-59.

In navata frammenti di affreschi: sulla parete N, S. Lazzaro, d’ambito seregnese, fine XV sec., e un gruppo di santi domenicani, 1530-50 ca.; sulla parete S, una Madonna col Bambino e S. Sebastiano, inizio XVI sec., e una Madonna in trono, prima metà XV sec.

Nel corso del restauro, a causa del cattivo stato di conservazione, sono stati ricoperti altri affreschi dei sec. XV-XV, in parte att. Alla bottega di Antonio da Tradate, raffiguranti episodi della vita di Gesù e alcuni santi tra cui Stefano e Abbondio e una Madonna col Bambino, come anche quelli raffiguranti Dio Padre e gli evangelisti, eseguiti nel 1904 da Pio Renzioni e Ajace Passerini sulle quattro vele della crociera della quarta campata.

Altare maggiore in marmo, opera di Giovanni Battista Adami, 1765-67; tela raffigurante la Trinità e santi di Domenico Aspari, anni ’70-’80 XVIII sec. Nella cappella laterale S: altare in stucco con cornice del 1618-28, contenente un dipinto di S. Carlo Borromeo; paliotto in scagliola, 1732; affreschi di Cristoforo Finale, 1634-36. Nella cappella della Madonna del Rosario: stucchi di Giovanni Battista Canepa e di Antonio Lepori, 1759-68; altare rococò in stucco eseguito da Giacomo Vincenzo Canepa e Gian Antonio Menini, 1773; tele con i Misteri del Rosario, opera di Francesco Gadi, pittore attivo a Bologna, 1773.

Sopra la nicchia del fonte battesimale, affresco del Battesimo di Cristo e angeli, inizio XVII sec. In Controfacciata: gruppo ligneo della Crocifissione, seconda metà XVI sec.

(fonte: autori diversi (2008, seconda edizione): Guida d'arte della Svizzera italiana, a cura della Società di storia dell'arte in Svizzera (SSAS), pp. 277-78, Edizioni Casagrande, 604 pagine)

Copyright: Aurelio Ferrari
Type: Spherical
Resolution: 8000x4000
Taken: 21/10/2011
Uploaded: 24/02/2012
Updated: 23/07/2014
Views:

...


Tags: church
comments powered by Disqus

Pascal Moulin
L'église monolithe et la place des Créneaux de Saint-Emilion - France
Ramin Dehdashti
Dasht-e Kavir
Daniel Nilsson
Antelope Canyon II - Arizona USA - February 2010 -Daniel Nilsson
Шубкин Сергей
Воскресения Христова над северными воротами
Martin Broomfield
Tanjung Puting National Park, Kalimantan
Vasily Kumaev & Andrew Mishin
Vereya. Restoration of Church (2010)
Vil Muhametshin
Goija tea-room in Riga, Latvia
Bo de Visser
Library Teylers Museum, Haarlem, Oldest museum in the Netherlands
vasinbkk
Mueng Bolan Chinese Temple
Jacques de Vos
Between Boulders And Windmill, Simonstown - South Africa
Julius Sunpanoramas.com
Machu Picchu
PEC
Serge Gainsbourg's house in Paris rue de Verneuil
More About Europe

Europe is generally agreed to be the birthplace of western culture, including such legendary innovations as the democratic nation-state, football and tomato sauce.The word Europe comes from the Greek goddess Europa, who was kidnapped by Zeus and plunked down on the island of Crete. Europa gradually changed from referring to mainland Greece until it extended finally to include Norway and Russia.Don't be confused that Europe is called a continent without looking like an island, the way the other continents do. It's okay. The Ural mountains have steadily been there to divide Europe from Asia for the last 250 million years. Russia technically inhabits "Eurasia".Europe is presently uniting into one political and economic zone with a common currency called the Euro. The European Union originated in 1993 and is now composed of 27 member states. Its headquarters is in Brussels, Belgium.Do not confuse the EU with the Council of Europe, which has 47 member states and dates to 1949. These two bodies share the same flag, national anthem, and mission of integrating Europe. The headquarters of the Council are located in Strasbourg, France, and it is most famous for its European Court of Human Rights. In spite of these two bodies, there is still no single Constitution or set of laws applying to all the countries of Europe. Debate rages over the role of the EU in regards to national sovereignty. As of January 2009, the Lisbon Treaty is the closest thing to a European Constitution, yet it has not been approved by all the EU states. Text by Steve Smith.