0 Likes

Ponte delle catene - Fornoli
Lucca
Copyright: Jo lutum
Type: Spherical
Resolution: 13938x6969
Caricate: 10/01/2010
Aggiornato: 24/02/2012
Numero di visualizzazioni:

...


Tags:
comments powered by Disqus

Quantasquest
Ponte delle Catene
Quantasquest
Farmhouse
Quantasquest
Granaiola
Quantasquest
Bagni di Lucca
Quantasquest
Trail Bagni di Lucca
Quantasquest
GRANAIOLA - BAGNI DI LUCCA
Quantasquest
Balcony view
Quantasquest
GRANAIOLA
Quantasquest
Shelter
Simona Bartolomei
Devils Bridge Valley
Simona Bartolomei
Devil's Bridge
Quantasquest
Ponte della Maddalena
Scott Knauss
The Gigli of Nola
Noel Jenkins
Robot milking parlour at Orway Farm, Devon
Marcin Klaban
Old English Bus
ehcsimred
Ehcsimred schleuse herbrum aschendorf germany
Federico Infanti
Jesolo - Vista sul Faro
Tibor Illes
Greek Folklor Dancing Group of Egion - XI. Rose Festival
Kyrre Andersen
Midsummer Eve bonfire
bryant a gilbert
The Blue Water Bridge, Port Huron Michigan to Sarnia Ontario
Randy Myers
Arc de Triomphe
Arnaud Chapin
Nurserie de Veaux
Café Central
Jann Lipka
time ball tower Södermalm Stockholm
Jo Lutum
Muenster Schloss 01
Jo Lutum
Kronleuchtersaal Treppe
Jo Lutum
Rheinauhafen
Jo Lutum
Borghetto 01
Jo Lutum
Oberpleis St. Pankratius Church
Jo Lutum
Rheinauhafen 2
Jo Lutum
Torrigiani Garden
Jo Lutum
Ueberwasser Kirche
Jo Lutum
Verona - Piazza Duomo
Jo Lutum
Brother Klaus Chapel
Jo Lutum
Japanese Garden 2
Jo Lutum
Stadthausturm Münster 02
More About Lucca

Il primo approccio alla città di Lucca, da qualunque direzione si arrivi, è quello di un lungo e circolare percorso intorno al centro storico: in questo modo si ammira, dal di fuori, il più rappresentativo dei monumenti: le Mura Rinascimentali. Si ha una visione immediata della bellezza dell’opera che dal 1600, praticamente immutata, fa mostra di sé, dei suoi spalti, delle porte d’accesso alla città, dei famosi platani che danno ristoro durante le passeggiate nei giorni assolati e scandiscono, con il cambiare dei colori, il rincorrersi delle stagioni. Dall’imponenza della struttura muraria e dei suoi alberi spuntano le numerosi torri e i tanti campanili, quasi ad accendere la curiosità di vedere cosa celano quelle alte mura, e come una città possa continuare a vivere “chiusa” da una così possente cinta muraria. Così, varcando una delle porte d’accesso al centro storico, si offre al viaggiatore un’ accogliente città ed un elegante salotto. Vivace sotto il profilo culturale, seria nei numerosi storici palazzi e aperta nelle grandi piazze, come Piazza Napoleone, cuore della città, o quelle antistanti le Chiese, che permettono una ampia visuale delle architetture sacre. L’alternarsi di vie non particolarmente ampie e di piazze, a volte grandi, come Piazza del Giglio, su cui si affaccia il Teatro del Giglio, a volte più contenute ma suggestive per le statue che le ornano, come la Piazza della Cittadella dove fa bella mostra di sé la statua dedicata a Giacomo Puccini, lucchese di nascita ma musicista di fama mondiale, o la Piazza dell’Anfiteatro, dalla caratteristica forma ellittica, su cui si affacciano bar, negozi ed abitazioni. Se invece si preferisce un insolito punto di vista basta salire sulla sommità della Torre Guinigi da cui si può ammirare lo snodarsi delle piccole vie del centro, ed avere la percezione di torri, campanili, giardini interni a corredo delle signorili abitazioni di cui Lucca è particolarmente ricca, e scoprire un mare di tetti esclusivamente rossi. Vedi il Virtual Tour di Lucca sul mio sito.