Castle of Serravalle - Semione
dela
mail
loading...
Loading ...

Panoramabild av Aurelio Ferrari EXPERT Tagen 14:10, 16/10/2011 - Views loading...

Advertisement

Castle of Serravalle - Semione

The World > Europe > Switzerland

Tag: castle

  • Som / ogilla
  • thumbs up
  • thumbs down

Il castello di Serravalle presso Semione è una delle rocche più importanti di tutto il Sopraceneri.

Ridotto ad un ammasso di rovine fin dal tardo Medioevo e ancor oggi restaurato in modo incom-pleto offre nondimeno una vista imponente.

Le estese rovine s’innalzano su un vasto pianoro roccioso tra Semione e Lottigna. Il complesso è suddiviso in una rocca principale e in un ricetto (rifugio).

Quest’ultimo si trova sul fianco orientale del castello su un pianoro allungato e abbraccia una superficie interna di m 90 per 30.

Del muro di cinta si sono conservate notevoli parti, mentre le costruzioni me-dievali antistanti (che si trovano davanti) al castello principale sono in gran par-te scomparse.

Sul ciglio dello strapiombo roccioso, si trova la cappel-la di Santa Maria del Castello, il cui aspetto odierno risale al XVI e al XVIII secolo. Il cortile della rocca trinci-pale si suddivide in quattro parti: un’ala a sud che non può essere descritta nei particolari, non essendo stata ancora liberata, il cortile abbastanza spazioso, il nucleo della rocca a nord del cortile formato da più elementi e infine un imponente mastio a pianta rotonda a nord del complesso in posizione avanzata.

I pilastri mozzi di forma circolare nel cortile del castello sono gli unici resti di una sala di dimensioni sconosciute.

Le rovine del castello di Serravalle sono state portate alla luce e restaurate nel 1928-30 per opera dell’Associazione svizzera per castelli e ruine.

Secondo la prassi dell’epoca non si è riservata la dovuta attenzione ad esami archeologici o a studi architettonici cosicché, attualmente, non si è in grado di ricostruire lo sviluppo architettonico della rocca.

Anche se sfortunatamente non si è in possesso di informazioni archeologiche circa l’epoca della costruzione, dalle rovine attuali si possono far risalire le diverse fasi dei lavori al XIII e al XIV secolo.

Il mastio rotondo è stato costruito probabilmente verso il 1250, la torre semicircolare che sporge dalle mura invece nel corso del XIV secolo ...

È la tarda primavera del 1176. Federico Barbarossa risale da Pavia verso la valle di Blenio con un piccolo gruppo di soldati a cavallo per incontrarsi con l’esercito di rinforzo proveniente da nord.

La via è ormai già libera dalla neve. Poco oltre Biasca, a Semione, l’imperatore si trova di fronte all’arcigno castello di Serravalle, costruito anni prima dai suoi fedeli da Torre.

Come dice il nome, la fortezza è lì a sbarrare il passaggio all’inizio della valle di Blenio.

Il castello è però occupato dai vallerai (forse aiutati da un gruppo di Milanesi); costoro sono decisi a resistere di fronte al Barbarossa.

Certo che ci vuole un bel coraggio per sfidare l’imperatore! I Bleniesi vogliono difendere l’autonomia della valle di fronte alla dominazione tedesca.

In aiuto al Barbarossa accorrono i soldati di Alcherio e in poco tempo il castello è espugnato.

Alcherio riceve in custodia la fortezza e Federico, incontrandosi finalmente con le attese truppe scese dal Lucomagno, ritorna verso la pianura lombarda.

La bandiera imperiale sventola di nuovo sulla torre del castello di Serravalle.

L’imperatore vi ha trascorso in tutto quattro giorni tra la fine di aprile e l’inizio di maggio.

Lo scontro con le truppe lombarde avviene a Legnano; il Barbarossa è duramente sconfitto. Per un momento lo si crede addirittura morto in battaglia! Al tramonto del 29 maggio 1176 la lancia, la croce e lo scudo dell’imperatore figurano tra i trofei di guerra conquistati dai Lombardi.

A lui non rimane che firmare un trattato di pace. La notizia della sconfitta giunge anche nelle lontane vallate alpine di Blenio e Leventina, notizia che sicuramente preoccupa gli avogadri imperiali Alcherio e Bernardo. (Graziano Tarilli).

(fonte: http://www.swisscastles.ch/Tessin/serravalle_i.html, consultato 20.10.2011)

comments powered by Disqus

Närliggande bilder i Switzerland

map

A: Castle of Serravalle - 3

av Aurelio Ferrari, 20 meter bort

Il castello di Serravalle presso Semione è una delle rocche più importanti di tutto il Sopraceneri.Ri...

Castle of Serravalle - 3

B: Castle of Serravalle - 2

av Aurelio Ferrari, 20 meter bort

Il castello di Serravalle presso Semione è una delle rocche più importanti di tutto il Sopraceneri.Ri...

Castle of Serravalle - 2

C: Church of S.Maria del Castello

av Aurelio Ferrari, 60 meter bort

Citata nel 1329. Edificio orientato a pianta allungata con coro quadrangolare aggiunto nella seconda ...

Church of S.Maria del Castello

D: Church of S. Antonio Abate - Malvaglia

av Aurelio Ferrari, 510 meter bort

Oratorio di S. Antonio Abate.Documentato a partire dalla prima metà del XV sec.Costruzione a navata u...

Church of S. Antonio Abate - Malvaglia

E: Church of S. Maria Assunta - Semione

av Aurelio Ferrari, 540 meter bort

Edificio a navata unica con due cappelle laterali e coro poligonale all'esterno, internamente arroton...

Church of S. Maria Assunta - Semione

F: Church of S. Carlo

av Aurelio Ferrari, 570 meter bort

Piccolo edificio costruito nel 1606, quattro anni prima della canonizzazione del cardinale milanese.C...

Church of S. Carlo

G: Torchio of Ca d'Mutal - Ludiano - front

av Aurelio Ferrari, 760 meter bort

In Ticino esistono diversi torchi a leva ma quello di Cat’Mutal è uno dei più grandi con una leva di ...

Torchio of Ca d'Mutal - Ludiano - front

H: Torchio of Ca d'Mutal - Ludiano - rear

av Aurelio Ferrari, 760 meter bort

In Ticino esistono diversi torchi a leva ma quello di Cat’Mutal è uno dei più grandi con una leva di ...

Torchio of Ca d'Mutal - Ludiano - rear

I: Church of S. Maria Bambina

av Aurelio Ferrari, 920 meter bort

Sorto attorno a una cappella votiva.Aula barocca a pianta ottagonale con ampio portico e campanile a ...

Church of S. Maria Bambina

J: Church of S. Secondo - Ludiano

av Aurelio Ferrari, 940 meter bort

Su un poggio a N dell’abitato principale.Sorta sul sedime della chiesa originaria bi absidata, menzio...

Church of S. Secondo - Ludiano

Det här panoramat togs i Switzerland, Europe

Detta är en översikt av Europe

Europe is generally agreed to be the birthplace of western culture, including such legendary innovations as the democratic nation-state, football and tomato sauce.

The word Europe comes from the Greek goddess Europa, who was kidnapped by Zeus and plunked down on the island of Crete. Europa gradually changed from referring to mainland Greece until it extended finally to include Norway and Russia.

Don't be confused that Europe is called a continent without looking like an island, the way the other continents do. It's okay. The Ural mountains have steadily been there to divide Europe from Asia for the last 250 million years. Russia technically inhabits "Eurasia".

Europe is presently uniting into one political and economic zone with a common currency called the Euro. The European Union originated in 1993 and is now composed of 27 member states. Its headquarters is in Brussels, Belgium.

Do not confuse the EU with the Council of Europe, which has 47 member states and dates to 1949. These two bodies share the same flag, national anthem, and mission of integrating Europe. The headquarters of the Council are located in Strasbourg, France, and it is most famous for its European Court of Human Rights.

In spite of these two bodies, there is still no single Constitution or set of laws applying to all the countries of Europe. Debate rages over the role of the EU in regards to national sovereignty. As of January 2009, the Lisbon Treaty is the closest thing to a European Constitution, yet it has not been approved by all the EU states. 

Text by Steve Smith.

Dela detta panorama